6) La pubblicità : nozioni

La pubblicità su internet: nozioni di base

Da wikipedia:

La pubblicità su Internet rientra nella categoria dei nuovi media e sfrutta la capacità del Web di raggiungere una quantità notevole di persone. La pubblicità assume un ruolo determinante sia per le imprese, le quali possono raggiungere facilmente un vasto pubblico (ma anche selezionato nei casi della newsletter) con costi inferiori rispetto ai mezzi tradizionali (nel caso ad esempio della pubblicità in tv); sia per i gestori dei siti web in quanto la pubblicità rappresenta la principale fonte di guadagno essendo la maggior parte dei servizi offerti, gratuiti.

Uno dei vantaggi principali della pubblicità su Internet è quello della tracciabilità dei risultati, ovvero dell’effetto che ha sul pubblico. Questo avviene grazie agli adserver  che nel caso dei banner ne misurano da una parte il numero delle visualizzazioni e dall’altra il numero effettivo di click degli utenti. Il CTR (Click-through rate) è il rapporto tra i click e il numero di visualizzazioni del banner ed è un importante indicatore dell’efficacia della pubblicità su Internet.

La parola inglese banner significa bandiera, vessillo o striscione. La striscia che solitamente compare all’inizio di una pagina web e che riporta il nome del sito è un banner.

Il web banner o banner ad significa pubblicità fatta con l’uso di un banner, ed è generalmente un link. Questa espressione, erroneamente abbreviata in italiano in banner, è una delle formepubblicitarie più diffuse su internet ed è una strategia di marketing definita online marketing promotions. Questa forma di messaggio promozionale consiste nell’inserire un annuncio su una pagina web. Un banner può essere statico (quando va fruito così com’è) oppureattivo o interattivo (quando consente, una volta cliccato, di raggiungere un’altra pagina web).[1]

Il messaggio è costituito da un’immagine (GIFJPEG), programmi JavaScript o applicazioni multimediali sviluppate in JavaShockWave Flash o Flash, che spesso comprendono suoni o animazioni per attrarre un maggior numero di utenti. Tali immagini hanno spesso una forma molto allungata, in alcuni casi alta e stretta, in altri larga e bassa. Queste immagini sono spesso collocate in pagine web di interesse, come giornali online o risorse web.

Il banner web viene mostrato quando la pagina che lo contiene viene aperta da un browser. Questo evento viene definito in gergo tecnico “impression”. Sempre in linguaggio tecnico il click del mouse dell’utente sul banner, viene definito “click through”.

Molti banner si basano su sistemi a pagamento basati sul click-through rate. Quando l’azienda pubblicizzata rileva il numero di click effettuati sul banner, invia una somma didenaro all’ospitante (generalmente 0,05 o 0,10 ). Questo è quindi il metodo col quale la maggior parte dei siti web si autofinanzia.

La funzione dei banner web è la medesima dei sistemi classici di promozione: informare gli utenti dell’esistenza di un prodotto o di un servizio e proporre le motivazioni per le quali l’utente dovrebbe acquistare il prodotto, ma i banner si differenziano per il fatto che i risultati della campagna pubblicitaria sono consultabili in tempo reale e possono essere rivolti ad un pubblico realmente interessato.

Molti navigatori sono disturbati dalla presenza dei banner, poiché distraggono dal contenuto della pagina web e consumano parte della banda di connessione. Le ultime versioni dei browser includono al loro interno plug-in in grado di bloccare la comparsa dei banner e dei pop-up all’interno dei siti web visitati. Un altro metodo per eliminare la presenza dei banner è quello di utilizzare un proxy server abilitato al blocco della pubblicità.

Questo strumento pubblicitario ha avuto una decisa evoluzione negli ultimi anni ed è sempre più considerato come complemento di campagne pubblicitarie più ampie. Recentemente sono stati istituiti diversi premi dedicati all’interno di concorsi pubblicitari.

Banners Standard e dimensioni in pixel:Banners standard

Link sponsorizzati

link sponsorizzati sono meno invasivi dei banner e collegano le sponsorizzazioni alle informazioni ricercate nel sito che ospita il link. Un esempio significativo di uso di questo strumento è offerto dal motore di ricerca Google, il quale offre servizi di ricerca interna per i siti di oltre un centinaio di imprese di tutto il mondo; in questo modo le imprese clienti godono di maggiore visibilità).

Finestre intermedie

Le finestre intermedie dette anche “interstitial”, possono essere spot televisivi o formati realizzati appositamente per il web, che si inseriscono fra una pagina e un’altra durante la navigazione. Essi costituiscono la forma pubblicitaria più simile a quella televisiva, non controllabile dall’utente. Lo scopo principale è di rendere ancora più coinvolgente ed efficace la comunicazione aziendale.

Pubblicità tramite comunicati stampa

Il tradizionale comunicato stampa in Internet assume nuova vigoria divenendo un utile strumento di Internet marketing e nello specifico di link building e di seo.

Pubblicità via mail

La pubblicità via mail consiste nell’invio di una mail contenente un messaggio pubblicitario indirizzato ad un target ristretto: “opt-in e-mail advertising”, legittimo e lo “spam”, illegale; e nella sponsorizzazione di newsletter, tipico esempio di marketing pubblicitario, attraverso il quale vengono inviate e-mail ai consumatori che le hanno sottoscritte.

Pubblicità sui social network

Questo tipo di pubblicità coinvolge la comunicazione aziendale e i Social Network. Essa consiste in annunci e inserzioni composte da immagini e testi, mirate ad un target definito di utenti, selezionato secondo particolari criteri.

Buzz marketing

Per buzz marketing  si intende un insieme di tecniche di marketing non convenzionale usate con lo scopo di creare un “passaparola” di informazioni, così da aumentare la notorietà di un determinato prodotto e della marca corrispondente. Esso sfrutta gli spazi dedicati ai forum e le capacità persuasive di alcuni blogger.

Page RanK

Il PageRank è un algoritmo di analisi che assegna un peso numerico ad ogni elemento di un collegamento ipertestuale d’un insieme di documenti, come ad esempio il World Wide Web, con lo scopo di quantificare la sua importanza relativa all’interno della serie.

Si parla di pagerank di una pagina di un sito per definire l’importanza  o anche la popolarità della pagina rispetto a altre pagine. Nel caso del motore di ricerca Google uno dei fattori importanti per innalzare il pagerank e’ il numero dei link che da altri siti linkano la pagina in questione. Più i siti sono autorevoli e più la pagina in questione avrà un pagerank alto.

 

ADWords 

http://www.google.it/adwords/start/

ADsense

https://www.google.com/adsense/www/it/tour/

Lascia un Commento